Massello Douglasia - Segheria Legnami Marchesi Srl

Vai ai contenuti

Menu principale:

Massello Douglasia

ESSENZE > Conifere

Nome botanico: Pseudotsuga menziesii

Diffusione
Foreste della fascia occidentale del Nord America, dalla Columbia Britannica al Messico, su entrambi i versanti delle Montagne Rocciose. E' un legno mediamente pesante; per quanto riguarda la durezza si posiziona appena sopra il limite dei legni teneri, come il larice.
Aspetto e Caratteristiche
Albero sempreverde alto fino a 80-90 m con chioma piramidale allungata di colore verde intenso;tronco colonnare con corteccia di colore brunastro scuro, spessa e con profonde screpolature rossastre. È più ricercato e pregiato dell’abete bianco e rosso, perché privo di nodi.
L’alburno chiaro è poco esteso e nettamente separato dal durame che è roseo giallastro nei fusti provenienti da zone montane (Yellow Fir) mentre in quelli provenienti da basse quote verso il Pacifico tende decisamente al roseo (Red Fir). Gli anelli di incremento sono molto evidenti e generalmente di modesto spessore. Il legno di Douglas importato, proveniente da piante vecchie, contiene generalmente una porzione elevata di legno con anelli annuali sottili (spessore di circa 1 mm) e di conseguenza anche zone di legno tardivo sottili, che conferiscono al durame un colore più chiaro. Un legno più rosso con chiare strutture fiammate e striate si ha invece se gli anelli sono più spessi. Il legname finora prodotto in Europa proviene da piante relativamente giovani e presenta quindi una porzione maggiore di legno con anelli spessi.
Lavorabilità
Il Douglas appartiene ai legni mediamente pesanti (massa volumica secca 470 kg/m3); per quanto riguarda la durezza si posiziona come il larice appena sopra il limite dei legni teneri (Durezza di Brinell 20 N/mm2). La lavorabilità dipende dalla larghezza degli anelli annuali. Il legno con anelli stretti è facilmente lavorabile, quello con anelli spessi è difficile da lavorare e si fende facilmente; una preforatura prima di inserirvi chiodi e viti è assolutamente necessaria. Il legno è di facile essiccazione (dopo la quale si consiglia una stagionatura quanto più lunga possibile prima della lavorazione finale), si vernicia e si lucida bene. Per quanto riguarda la durabilità naturale il Douglas rientra nelle classi 3 e 4 (da mediamente a poco durevole), l’impregnabilità è molto scarsa nel durame, da media a scarsa nell’alburno.
Impieghi principali
È estremamente omogeneo e per questo molto utilizzato nel campo della falegnameria, per la costruzione di mobili e serramenti e nella pavimentazione di interni. Impiegato come legno da opera per balconi, finestre, porte, facciate, strutture per il tempo libero, impianti idraulici, ponti di imbarcazioni, ecc. I tronchi di provenienza nordamericana vengono spesso impiegati per sfogliati e compensati.
In Italia per motivi di costo è poco frequente l’impiego per strutture portanti mentre prevalgono i consumi per infissi, per falegnameria fine e per l’arredamento.

douglasia
venatura douglasia
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu